Rossetto sulla guancia

Rossetto sulla guancia di Mattia Bagnato   È difficile pensare con lucidità quando dentro di te ti senti invaso da un’oscurità così fitta, tanto densa che non riesci nemmeno a riconoscere le distanze tra un’idea ed un’altra. È come saltare da un palo all’altro trovandosi sospesi a decine di metri d’altezza, …

Si spengono le stelle

Si spengono le stelle di Matteo Raimondi   Quando uno scrittore esordisce con una grande casa editrice, nonostante l’invidia (giustificata!) di molti, in realtà si trova davanti ad una sorta di bivio: da una parte c’è l’aspettativa allettante della promozione che la casa editrice certamente farà dell’opera, dall’altro ci sono da …

Il valore delle parole

Il valore delle parole di Elisa Mantovani   “Prego, si accomodi” disse l’uomo seduto dietro la grande, lucidissima scrivania. Piero fu colpito prima dall’ordine che vi regnava sopra: niente ammassi di cartelle, fascicoli affastellati l’uno sull’altro sempre in procinto di cadere rovinosamente a terra. Poi fu colpito dal viso dell’uomo …

Tra fumetto e ironia

Tra fumetto e ironia intervista a Laura Mango Innanzitutto come ti è saltato in mente di studiare biblioteconomia? In principio volevo studiare archeologia. Sto parlando delle scuole medie. Ero superfan di Indiana Jones e il mio sogno era fare il suo stesso lavoro nel suo stesso identico modo. In quinta elementare …

Vuoto Imperfetto

Vuoto Imperfetto di Willy Zini Enso Per una volta, affrontando la recensione di un libro, ho deciso di partire dalla copertina, perché “Vuoto imperfetto”, di Willy Zini (Aletheia Editore), non è solo contenuto ma anche contenitore, e tutto, a partire dalla copertina, dà un certo corpo, una certa fisicità all’opera. Cos’è …

Bucarsi regolarmente

Bucarsi regolarmente di Graziano Gala   Che fatica, signori, che fatica. Con questa miopia che mostra tutto attraverso bicchieri lavati male e asciugati peggio. Con questi respiri lunghi corti sproporzionati. Con queste dita affannate ed eccessive per una azione che richiederebbe un orologiaio. Con questa lancetta che corre mozzandoti i …

Filippo e Philippe

Filippo e Philippe di Annarosa Tonin   A quest’ora dovremmo essere già arrivati, ma Filippo si ferma a ogni nicchia del sottopassaggio, rifugio di disperati. Gli dicono tutti che ha gli occhi di un cerbiatto, che ama stare nascosto e farsi vedere di nuovo quando meno lo si aspetta. I …