Solo perché ti senti bene

Solo perché ti senti bene di Salvatore Gagliarde   “Solo perché ti senti bene” è la storia di Nick, uno di quegli uomini di successo che capita talvolta di incontrare e che finisce spesso per essere invidiato dal pubblico maschile e desiderato da quello femminile. Affermato manager di una multinazionale, …

Annunci

Edizioni Epoké

Edizioni Epoké intervista a Elena Piaggi   Continuiamo il nostro viaggio nel mondo dell’editoria italiana con un’interessante intervista a Elena Piaggi, editor e social media manager di Edizioni Epoké, casa editrice di Novi Ligure che si occupa principalmente di divulgazione nell’ambito delle scienze umane e  sociali, ma è attiva anche nella narrativa …

Uno spazio minimo

Uno spazio minimo di Rosalia Messina Una bambina troppo silenziosa La nostra storia ha inizio nel settembre 1963: Angelica è una bambina difficile; difficile da capire, difficile da amare persino, della cui presenza è difficile godere a causa della salute cagionevole e di una serie di comportamenti sconvenienti, imbarazzanti, che …

Teratophobia

Teratophobia di Gaia Giovagnoli   Se decidi di intitolare “Teratophobia” la tua raccolta d’esordio poetico vuol dire che hai raggiunto quella maturità necessaria per guardare in faccia un certo tipo di situazioni senza scostare il capo, abbassare la testa o farti tremare la mano. Il pericolo è dietro l’angolo: basta …

L’albero

L’ albero di Elisa Mantovani   Io volevo essere il coniglietto, mi piaceva tanto quel costume: una maglia grigia, morbida morbida; un paio di lunghe orecchie tenute insieme da un cerchietto nero – non si sarebbe visto tra i miei folti capelli -; i pantaloni anch’essi grigi, con dietro appiccicata …

O tutto o niente

O tutto o niente di Annarosa Maria Tonin   Per anni Mario aveva organizzato i suoi soggiorni romani pensando alle tre ragioni per cui lasciava la Sicilia: la figlia, la moglie, la mania di controllare la puntualità dei mezzi di trasporto via terra. L’unico sincero dispiacere che provava, fino a stare …

Una domenica di corsa

Una domenica di corsa di Orazio Cozzubbo   Ciò che separa il presente dal più prossimo degli eventi rimarchevoli è l’ineluttabile processo di vibrazione dell’anima. Con frequenza crescente all’approssimarsi del fatidico momento, l’essere viene scosso da spasmi emozionali allegoricamente raffigurabili come gli scuotimenti che il pesce comanda alla sua pinna codale …