Occhi a capo

Occhi a capo di mapo   I suoi occhi attenti seguivano le parole che con cura erano state piazzate sul muro. Il mio interesse per lei era decisamente maggiore. Non avevo assolutamente voglia di investire le mie poche energie in un’azione che in quell’istante non ritenevo necessaria. Tutto ciò che …

Annunci

Naufragi

Naufragi di Ottavio Mirra   L’amministratore, esaurita la relazione, ha accordato la parola ai condomini. Il sig. Moreau, inquilino del terzo piano scala F, di lontane origini fiamminghe, ha tanto da dire e si è iscritto a parlare. Si è preparato a puntino. Nel pomeriggio davanti allo specchio ha ripetuto …

Le ortiche

Le ortiche di Orazio Cozzubbo   Qui tra le ortiche, dove tu mi hai gettato, non si sta poi tanto male. Sono talmente fitte e diffuse da ricoprirmi per intero e quindi posso benissimo rimanervi nascosto. E se nessuno mi vede, posso starmene aggrovigliato nella mia autocommiserazione e piangere  copiose lacrime …

La ragazza con la scatola

La ragazza con la scatola di Elisa Mantovani   Tra poco arriverà. La sto aspettando; guardo attraverso la finestra della camera da letto, la mia preferita perché si apre sul parco. Le altre le lascio sempre chiuse: preferisco starmene con la luce accesa anche in una giornata di sole, piuttosto …

Piccione a pois

Piccione a pois di mapo   C’è un bambino – non sono mai stato in grado di capire l’età delle persone, quantomeno dei bambini. E’ seduto su un passeggino, parla. Non la mia lingua. Dall’accento della madre a pochi metri da lui capisco che si tratta di una famiglia dell’est. …