I dolori della giovane libraia

I dolori della giovane libraia di Laura Mango   Per anni sono stata fissata con le letture impegnate ed impegnative, come se la cultura dovesse portare in sé una certa dose di patimento per essere davvero tale. Fino a quando ho scoperto che sì, ero ingorda di sapere, ma allo stesso …

Annunci

Filippo e Philippe

Filippo e Philippe di Annarosa Tonin   A quest’ora dovremmo essere già arrivati, ma Filippo si ferma a ogni nicchia del sottopassaggio, rifugio di disperati. Gli dicono tutti che ha gli occhi di un cerbiatto, che ama stare nascosto e farsi vedere di nuovo quando meno lo si aspetta. I …

Il Libraio Itinerante

Il Libraio Itinerante intervista a Davide Ruffinengo Cosa vuol dire per Davide Ruffinengo essere un libraio al giorno d’oggi? Si tratta di un mestiere che implica grande ricerca, grandissimo studio e ovviamente la necessità di leggere tanto. Va ben oltre il “commercio al dettaglio di libri”, così come riportato dalla …

Occhi a capo

Occhi a capo di mapo   I suoi occhi attenti seguivano le parole che con cura erano state piazzate sul muro. Il mio interesse per lei era decisamente maggiore. Non avevo assolutamente voglia di investire le mie poche energie in un’azione che in quell’istante non ritenevo necessaria. Tutto ciò che …

Naufragi

Naufragi di Ottavio Mirra   L’amministratore, esaurita la relazione, ha accordato la parola ai condomini. Il sig. Moreau, inquilino del terzo piano scala F, di lontane origini fiamminghe, ha tanto da dire e si è iscritto a parlare. Si è preparato a puntino. Nel pomeriggio davanti allo specchio ha ripetuto …

Il Trasloco

Il Trasloco di Paola Dalla Valle La storia da fuori, la trama Claudia è una giovane donna colta ed intelligente che, a discapito delle sue indubbie doti, è costretta a fare i conti con il fallimento del proprio matrimonio e con esso dell’idea di stabilità e condivisione tanto accarezzata. Si …

Le ortiche

Le ortiche di Orazio Cozzubbo   Qui tra le ortiche, dove tu mi hai gettato, non si sta poi tanto male. Sono talmente fitte e diffuse da ricoprirmi per intero e quindi posso benissimo rimanervi nascosto. E se nessuno mi vede, posso starmene aggrovigliato nella mia autocommiserazione e piangere  copiose lacrime …