L’occhio sinistro di Dio – Massimiliano Zorzi

l'occhio sinistro di dio

10 libri per superare Natale con garbo

 

2. L’occhio sinistro di Dio, di Massimiliano Zorzi, Le Mezzelane Casa Editrice, prezzo di copertina 17 euro.

 

L’occhio sinistro di Dio

Lo chiamano l’Impiccato da quando, appena ragazzino, viene appeso per il collo a un salice e lasciato a penzolare. Un atto di bullismo, diremmo oggi. È solo un caso che Renato, ex brigatista della zona che vive in una casa isolata lì a vicino, riesca a tirarlo giù prima che sia troppo tardi. I segni, però, rimangono ormai indelebili così come il soprannome. È lì che l’Impiccato incontra per la prima volta, senza esserne cosciente, l’Altro.

Siamo alla periferia di Padova, in un quartiere dove nuova borghesia e antichi farabutti si contendono le strade, una terra di mezzo in cui resistono ancora personaggi ambigui, devoti a un’unica legge, a un preciso codice d’onore. E il codice d’onore dice:

«La tua anima è una lama. Affilala.

La lama taglia le ingiustizie solo se brandisce un uomo giusto.

Assicurati di essere nel giusto prima di brandirla.

Il dovere di un uomo giusto è di sanare i torti. Non ha colpe se versi sangue per questo

Una vita senza onore non è degna di essere vissuta. Se non puoi riconquistare l’onore con la tua lama, usala contro di te.»

È a quel codice che risponde Murzio, primo mentore dell’Impiccato, a quello e alla Madonna delle lame, silenziosa custode di segreti, tumulti dell’anima e propositi di vendetta. È da questo codice e dalla volontà di non essere più vittima senza farsi carnefice, che ricomincerà la vita dell’Impiccato . Ma l’Impiccato non ha ancora fatto i conti con l’Altro né con le persone che per incontrare l’Altro sono disposte a qualunque cosa, a sacrificare come a morire. Tutto purché si posi su di loro l’occhio di Dio.

L’occhio sinistro di Dio è un testo complesso e ambiguo, che parte come un romanzo di formazione – e in un certo senso lo è – per sfociare nelle tinte più fosche del filone magico. I due elementi, la realtà e il soprannaturale/esoterico si fondono senza difficoltà, dando al libro un’anima thriller che rende praticamente impossibile smettere di leggere.

La descrizione delle scene, vivida e cruda, è fatta da una mano che ricorda le atmosfere di un certo Chuck Palahniuk con personaggi dannatamente umani e tragicamente imperfetti. Un romanzo dalla trama avvincente che non manca di indagare con acume le aspirazioni e le inquietudini degli esseri umani.

Consigliato a coloro che amano i libri da leggere tutto d’un fiato!

L’autore

Massimiliano Zorzi nasce a Padova, tra le stesse strade in cui nascono i suoi personaggi. Laureato in scienze politiche è istruttore di lotta e Krav Maga. Pratica assiduamente il pugilato e la lotta, dedicandosi inoltre allo studio delle armi da taglio. Sin da ragazzo si interessa di esoterismo. L’occhio sinistro di Dio è il suo primo romanzo, in parte autobiografico.

Potete acquistare il libro qui

Leggi anche – Lo stato dell’arte

Annunci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *