Biplane Edizioni

Biplane Edizioni Biplane Edizioni

intervista a Clara e Patrizia

 

Nel mondo editoriale italiano le case editrici sono tantissime: perché, come autori, affidarsi a Biplane Edizioni?

Perché amiamo lavorare seriamente e con passione. Perché oltre a offrire professionalità, umanità e rispetto reciproco abbiamo chiaro in mente dove vogliamo arrivare. Tutto quello che stiamo costruendo è saldo, curato nel minimo dettaglio e in linea con chi siamo e in cosa crediamo. Chi salirà a bordo del nostro biplano sentirà di essersi affidato ad un volo pilotato bene, con una rotta ben precisa. E non dovrà pagare per gli snack!

Siete una casa editrice gratuita o a pagamento?

Assolutamente gratuita!! Che senso avrebbe farsi pagare da chi offre il proprio lavoro? È il contrario che deve accadere, no? Noi mettiamo a disposizione tutte le nostre competenze per la realizzazione e la vita del libro e tutta la nostra passione. Gli autori l’opera, la loro personalità e la voglia di mettersi in gioco insieme a noi, nel rispetto reciproco umano e professionale.

Cosa può offrire una casa editrice in più rispetto al self publishing?

Un “luogo” condiviso e sicuro dove è possibile crescere nel “mestiere” di scrittore, dove scoprire che è bello giocare in squadra per raggiungere l’obiettivo comune e che essere uno scrittore vuol dire anche far parte di una rete più grande. Un modo più completo e serio di partecipare e costruire un mondo, quello della letteratura, che è complesso e nello stesso tempo molto affascinante. Fatto di tante competenze, professionalità. Nel “far parte” si può evolvere…

Quanto puntate sulla promozione dei vostri autori? Quali canali pensate di utilizzare?

Moltissimo. La promozione è il mezzo con cui l’autore e l’opera fanno tappa nel mondo esterno alla casa editrice. Comincia la loro storia, si fanno conoscere. Ci facciamo conoscere. Il nostro lavoro non termina con la fase tipografica dell’opera. Fermandoci a quella fase, sarebbe un fare editoria in modo incompleto. Il nostro intento non è certamente pubblicare per noi e qualche amico! Pubblichiamo perché i libri possano circolare, le idee, i pensieri vadano in giro per il mondo, raggiungano più lettori possibili. Ci piace immaginarci un po’ come dei “distributori” di bellezza e vita da condividere. Come canali sicuramente utilizzeremo i social media e canali più tradizionali, la promozione “vis a vis” nelle librerie, presentazioni, recensioni di blogger. Speriamo anche di far partecipare qualche nostro autore a premi. Abbiamo costruito e stiamo costruendo una bella rete di collaborazioni.

Parlateci delle vostre collane: che tipo di libri state cercando?

Stiamo cercando opere “impastate” di vita, romanzi che catturino già dalle prime righe, che abbiano qualcosa da dire di convincente. Opere che sappiano interrogare, scuotere e perché no, far cambiare idee e opinioni. Voci con una loro personalità autentica che sappiano “conversare” con il lettore, con il mondo. Voci non ripiegate su se stesse. Penne fuori dal coro, giocolieri della parola. Non pubblichiamo rosa e fantasy, no saggistica. Racconti e poesie non il primo anno (salvo sconvolgimenti eccezionali).

Quali sono le modalità di distribuzione delle opere in catalogo?

Per quanto riguarda la distribuzione ci stiamo lavorando, perché per la parte cartacea vogliamo affidarci ad un distributore che opera su tutto il territorio italiano. Vogliamo che i nostri autori e le nostre opere siano reperibili in libreria. Siamo vicine alla conclusione del contratto. È stata la parte più difficile della fase di startup, ad essere oneste. Per la parte e-book, le opere saranno distribuite sulle consuete piattaforme.

Quando la scelta è ampia e variegata, spesso si sceglie un libro anche dalla copertina: avete già un’idea su come saranno le vostre? Vi appoggiate a degli illustratori?

Sì certo, stiamo lavorando con un grafico e a breve completeremo la fase di sperimentazione attraverso la quale vogliamo definire la nostra identità di copertina. Non vediamo l’ora di svelare ai lettori la “gabbia” e le scelte fatte per le copertine, appena le nostre idee troveranno casa su carta….Al momento sono ancora in buona parte nella nostra testa…! Stiamo facendo impazzire il grafico…! Per le immagini stiamo già collaborando con un illustratore. Non escludiamo in futuro di coinvolgere anche un fotografo per una collana. Per il momento però le copertine saranno illustrate.

A quando la prima uscita?

Nelle nostre intenzioni la prima uscita è a marzo, ma è una corsa contro il tempo. Vedremo se tutti i pezzi si incastreranno al posto giusto. A settembre sicuramente pubblicheremo uno straniero, che non è un esordiente e che ci lusinga molto poter includere nel nostro catalogo…. ma per ora “acqua in bocca”…. Non possiamo ancora svelare di chi si tratta…
Stiamo valutando molti manoscritti per costruire il catalogo dell’anno prossimo.  Sia invii spontanei che collaborazioni con agenzie letterarie. Continuate a farvi avanti, scrittori! Se vi ritrovate nel nostro modo di vedere la letteratura e la vita, inviateci i vostri manoscritti. Vi stiamo aspettando! Non vediamo l’ora di cominciare a “volare”!

Annunci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *