Solo perché ti senti bene

Solo perché ti senti bene - Salvatore GagliardeSolo perché ti senti bene

di Salvatore Gagliarde

 

Solo perché ti senti bene” è la storia di Nick, uno di quegli uomini di successo che capita talvolta di incontrare e che finisce spesso per essere invidiato dal pubblico maschile e desiderato da quello femminile. Affermato manager di una multinazionale, membro di un élite di maschi alpha protagonista della movida di Rimini e inguaribile donnaiolo, sembra conoscere molto bene le regole di un gioco a cui vince con facilità. Con un pizzico di malizia e di presunzione, ci svela, raccontandosi, le magie e i trucchi del mago: dalla postura del corpo per essere sicuro di far colpo su una donna a come sfruttare al meglio le pause caffè per conquistare la fiducia dei colleghi sul lavoro. In fondo, è solo perché ti senti bene che gli altri ti percepiscono come vincente e che finirai per vincere. Saldamente al timone, Nick naviga sicuro con il vento in poppa, in mari tranquilli, lontano dalle piccole tempeste che sconvolgono l’uomo generico.

D’un tratto, un vento nuovo gonfia le vele del nostro protagonista e lo porta in lidi lontani da quelli riminesi: un nuovo lavoro, nuovi colleghi e nuovi incontri, e le vecchie regole non basteranno più. Nick perderà il controllo e si troverà in balia di eventi inaspettati ed emozioni antiche, che pensava di aver sopito. Sarà costretto a confrontarsi con un nuovo sé per evolversi e non soccombere.

Salvatore Gagliarde costruisce, in una trama tutto sommato semplice, un personaggio che ricorda quelli di Ellis o di Palahniuk in quanto a complessità psicologica e caratteriale. Ambizioso, audace, sicuro di sé, pragmatico, cinico: il Nick che incontriamo nelle prime pagine risulta talmente vincente da risultare quasi fastidioso. Eppure la sua umanità verrà fuori in tutta la sua natura quando perderà il controllo della situazione, le fragilità prenderanno il posto delle sicurezze e la razionalità cederà ai sentimenti.

“L’uomo è un animale sociale e nelle sue strutture mentali è ancora il predatore che pratica la caccia in gruppo e ne gestisce la tensione fino al momento dell’uccisione della preda, momento in cui la tensione si rilascia ed esplode nell’euforia. È ancora l’animale che difende il suo territorio e il suo gruppo o tende a espanderlo con la guerra. È ancora il selvaggio tribale che rilascia le tensioni sociali quando lo sciamano proclama il giorno di festa, ubriacandosi con l’intruglio di erbe fermentate. È nel DNA e ci ha permesso di sopravvivere per millenni.”

Salvatore Gagliarde è nato a Benevento ma vive a Forlì dai tempi dell’università. L’autore ha partecipato con racconti a noti concorsi letterari. “Solo perché ti senti bene” è il suo romanzo di esordio

Edito da: Segmenti Editore

Inviaci il tuo romanzo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *