Edizioni Epoké

Edizioni Epoké e La Torretta - Elena PiaggiEdizioni Epoké

intervista a Elena Piaggi

 

Continuiamo il nostro viaggio nel mondo dell’editoria italiana con un’interessante intervista a Elena Piaggi, editor e social media manager di Edizioni Epoké, casa editrice di Novi Ligure che si occupa principalmente di divulgazione nell’ambito delle scienze umane e  sociali, ma è attiva anche nella narrativa tramite il marchio La Torretta.

Ciao Elena, raccontaci un po’ cosa fanno le Edizioni Epoké.

Edizioni Epoké è una realtà editoriale molto attenta agli autori così come ai lettori ed alle loro esigenze. Ci occupiamo di politica, di scienze internazionali e di studi storici, ma non solo. Siamo attivi anche nella narrativa per bambini e ragazzi, in particolare per progetti che possano costituire un valore aggiunto ai tradizionali metodi di apprendimento. A tal proposito nell’ambito della narrativa per bambini abbiamo recentemente pubblicato “Uno, nessuno, cento Dei. Tu chi sei?”, un volume realizzato da due insegnanti, Federica Verrillo e Francesca Guccini, con le illustrazioni di Giulia Guerra, che cerca di spiegare ai bambini piccoli le religioni del mondo attraverso giochi, filastrocche e contenuti fruibili sia da genitori che da insegnanti. È un progetto molto interessante che stiamo veicolando anche attraverso le scuole.
Per la narrativa per ragazzi è uscito il nostro ultimo libro “Le ragazze amano le preposizioni semplici” di Federico Asborno, una raccolta di dieci racconti di fantasia, che prendono spunto dalla realtà circostante, troppo spesso ingiusta, e la frammentano.
Edizioni Epoké è inoltre attiva nell’ambito della narrativa legata  al territorio, Piemonte e basso Piemonte in particolare.
Per quanto riguarda la saggistica abbiamo pubblicato Jeff Halper, candidato Premio Nobel per la Pace nel 2006, antropologo ebreo-palestinese che si occupa di difesa dei diritti dei palestinesi, una voce un po’ fuori dal coro. È stato tradotto in diverse lingue, in italiano abbiamo la versione di Edizioni Epoké dal titolo “La guerra contro il popolo”.
Nell’ambito della politica italiana invece troviamo “La storia del Partito Democratico”, primo saggio che ripercorre le tappe dalla fondazione del PD in un libro che, accanto al rigore scientifico, mantiene un linguaggio fruibile anche dai non addetti ai lavori.

Quali autori rappresentano le Edizioni Epoké?

Gli autori di Epoké sono perlopiù autori emergenti, che però vengono da Epoké lanciati, nel senso che poniamo particolare cura a quello che avviene dopo la pubblicazione.
Uno degli ultimi libri di narrativa per bambini pubblicato, di Roberto Morgese, ha vinto per esempio il premio “Battello a vapore” come miglior autore per bambini.

Come fate la selezione degli autori?

Fortunatamente sono molti gli autori che si affidano a noi per la pubblicazione. Una prima parte di scrematura la fanno i soci e i collaboratori, principalmente per capire se l’argomento trattato è inerente ad una delle nostre collane.  Per i libri che superano questo primo esame viene fatta una scheda di valutazione, a cui segue una riunione di redazione. Nel caso in cui l’opera venga approvata si contatta l’autore per verificare la sua disponibilità alla pubblicazione e la sua intenzione a collaborare alla promozione, perché la parte difficile ma fondamentale, soprattutto per una piccola casa editrice, è quella di far conoscere i propri autori e le loro opere; per questo è importante che gli autori che pubblichiamo si facciano parte attiva di questo processo. Ci tengo comunque a sottolineare che non è richiesto alcun contributo economico da parte dell’autore, non è editoria a pagamento.

Ecco, appunto, parlando di promozione: come fa una piccola casa editrice a promuovere i suoi autori e come gli autori devono collaborare alla promozione?

Gli autori devono collaborare nel senso che devono essere attivi nelle presentazioni e nell’organizzazione dei tour, e devono agire anche sulla propria rete di conoscenze personali per divulgare la propria opera. Noi cerchiamo sempre di creare delle collaborazioni con associazioni varie al fine di dar vita ad eventi interessanti. È chiaro che a livello locale la promozione è più facile perché richiede minori risorse economiche, a livello nazionale è più difficile, ma si può fare. Ad esempio per la promozione del libro di Jeff Halper ci siamo appoggiati a varie associazioni contro la guerra e università che si occupano di scienze politiche e scienze internazionali: questo ha funzionato veramente, siamo riusciti a mettere in piedi un vero tour nazionale!

 

SE SIETE UNA CASA EDITRICE ATTIVA NELL’AMBITO DEGLI AUTORI EMERGENTI, CONTATTATECI!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *