L’educazione cinematografica

Educazione cinematografica di Domiziano PontoneL’educazione cinematografica

di Domiziano Pontone

La settima arte

All’inizio degli anni Venti, con il saggio dal titolo “Riflessioni sulla settima arte” del critico Ricciotto Canudo, il cinema assurge per la prima volta al rango di vera e propria arte. Ma la distanza tra le teorie degli esperti e il sentire comune è spesso abissale. Dunque che cos’è il cinema e perché, a fronte di un movimento di capitali tutt’altro che irrisorio, viene spesso considerato una forma d’arte di serie b? E talvolta neanche quello. Spesso il cinema viene trattato come mero mezzo di intrattenimento senza alcuno spessore, facendo di tutta l’erba un fascio, senza nessun tipo di distinguo tra un’opera e l’altra. Se è vero che i cinepanettoni nelle sale non mancano mai, assistiamo indubbiamente anche alla nascita di vere opere d’arte che, se sappiamo come guardarle, sanno arricchire quantomeno il nostro bagaglio culturale, se non la nostra esistenza. Come conciliare allora le cose?

L’educazione cinematografica

Nel saggio “L’educazione cinematografica” Domiziano Pontone tenta di dare una risposta a questo interrogativo e a molti altri, parlando con competenza ed ironia di un mondo che ci è così familiare eppure così oscuro per certi versi. E se il cinema in qualche modo, oltre ad essere un potente mezzo ricreativo, ci aiutasse in qualche modo a leggerci dentro, a fare una sorta di autoanalisi, permettendoci di comprendere qualcosa in più di noi stessi? È questa la tesi di Domiziano Pontone, che riesce ad analizzare senza essere mai banale le varie anime che la settima arte porta con sé, svelando al contempo alcuni retroscena del mondo cinematografico che al comune spettatore sono generalmente preclusi. Ironia e arguzia, oltre che una indubbia competenza, caratterizzano le pagine del saggio di Domiziano Pontone.

L’autore

Domiziano Pontone nasce a Torino nel 1976, dove lavora nell’ambito delle Risorse Umane in un contesto multinazionale. È un appassionato ed un esperto di cinema. “L’educazione cinematografica” è il suo primo libro. Ha recentemente pubblicato per L’erudita edizioni la sua seconda fatica dal titolo “In incantate terre deserte”, una raccolta di racconti con tema il viaggio.

Per chi

Per chi ama il cinema da appassionato, per chi lo usa come strumento di evasione, per chi è curioso, per chi vuole conoscere divertendosi, per chi vuole imparare a selezionare i film da guardare e a farsi una propria opinione su quello che ha visto.

Edito da: Tullio Pironti Editore

Inviaci la tua opera!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *